Come Fare quando il Computer non Funziona

computer-non-funzionaIn questi giorni il computer di casa mia fa un po’ i capricci o i dispetti che dir si voglia. Non sempre si riesce ad accedere a internet. Problema di rete? Problema del mio computer? Io propendo per la seconda ipotesi, ma nel frattempo il mio blog rimane un po’ in panchina e …aspetta.

Ma ci sono già io che lo faccio aspettare più di quanto vorrei!!!

Io sono in effetti un po’ lunga, perché il processo di preparazione dei miei post deve coinvolgere sempre due persone: io sono tetraplegica da circa 20 anni per colpa della sclerosi multipla, e quindi le mie mani non si muovono.

A questo blog, nato quasi per caso su una idea di mio fratello, adesso sono veramente affezionata. E’ nato tempo fa perché volevo condividere la mia idea del “bicchiere sempre mezzo pieno”. Filosofia che mi fa stare bene; meglio certamente che piangermi addosso.

Adesso mi coinvolge sempre di più e mi dà modo di allargare il mio mondo con l’aiuto di tutti coloro che scrivono e commentano stimolando così altre osservazioni, risposte.

Anzi, a questo proposito, io ringrazio tutti, proprio tutti!

Adesso  però chiudo questa digressione. Credo infatti di dover subito tornare al tema. Confermo allora che nella fase iniziale della preparazione di un post, siamo in due perchè:

  1. Occorre decidere l’argomento
  2. Buttare giù la prima bozza che poi va riletta, corretta, modificata, migliorata
  3. Cercare eventuali foto o video o altro da inserire.

Quasi come un primo incontro programmatico fra redattori.

E poi: ecco che sono le mani della Mamma a mettersi in servizio. Beninteso quando è libera da ogni altra incombenza familiare e dispone del tempo sufficiente per svolgere l’impegno preso.

Parola d’ordine: coordinare

Coordinare il tempo di due persone in modo da rendere più facile un iter lavorativo non è così semplice come si può pensare, soprattutto se ciascuna delle due ha delle proprie attività cui non può derogare. Ecco che allora tenere un blog per me diventa molto spesso un problema di tempo.

Ma adesso ecco anche un contrattempo. Non ci voleva proprio!

Si, mi spiace un po’; mi sento bloccata anche da quei fattori esterni che io inizialmente non prendo quasi mai in considerazione.

Basto già io a rallentare il tutto!

So anche comunque che tutto si risolverà e vado avanti, perché a me non piace assolutamente sentirmi dipendente da un computer.

Allora: questa volta abbiamo modificato i tempi di programmazione e operativi, in modo tale da far si che quando il computer sarà pronto, allora saremo pronte anche noi, che avremo già fatto tutto il fattibile.

Quanto vale un computer?

Tutto ciò comunque mette, se mai fosse necessario, ancora una volta in evidenza come un computer sia oggi parte integrante della nostra vita quotidiana per ogni tipo di attività anche ludica: mio papà lo usa per pagare bollette, tasse, informarsi sulle cose più svariate, fare un solitario; io me ne servo per il blog; la mamma lo usa come strumento di lettura, ricerche o di comunicazione con amici sparsi per il mondo (e anche io).

E’ diventato veramente utile quasi indispensabile, anche se non mi piace poi sentirlo come tale.

Voglio essere io, sempre e solo io, a dominare lo strumento e non viceversa. Ma di sicuro, se internet non mi funziona, il mio mondo inevitabilmente si rimpicciolisce, e del mio blog chi se ne occupa?

Un altro giorno è passato. Io e la Mamma abbiamo terminato tutta la nostra parte. Adesso tocca proprio solo al computer fare la sua. Senza di lui…ahimè! Non mi resta che sperare che il tecnico, già allertato subito da mio papà, venga presto!

Ciao.

-Gin

PS: Il tecnico è venuto! E questo post esce grazie a lui. Gli sono veramente molto grata.

You may also like...

7 Responses

  1. Anonymous says:

    Carissima Gin, confermo i tuoi commenti sull’arma a doppio taglio che ci ha offerto l’utilizzo del PC: accelerare la nostra vita…rallentarla inaspettatamente…alla fine il bilancio, sarà in pareggio? Anch’io sta mattina ho faticato a riavviare il PC a causa di uno degli ultimi aggiornamenti imposti da Windows 10 e finalmente eccomi qui alla scrivania…ma siccome ho subito letto il tuo nuovo post e ti sto rispondendo per un saluto… direi che ASSOULTAMENTE IL BILANCIO E’ POSITIVO! Un bacione, Paola

    • Gin says:

      ciao.
      si, credo anch’io che il bilancio sia in positivo. Tocca a noi usare gli strumenti per quello che sono, semplici strumenti. Senza farsi schiavizzare.
      Un affettuoso abbraccio e auguri per le prossime feste. Stammi bene

  2. Sandra says:

    Ciao gin. ..Non sono particolarmente appassionata di tecnologia…ma il lavoro..in primis…ha richiesto un adattamento in tale direzione 😃…va beh…sicuramente quello che apprezzo è la possibilità di raggiungere le persone a me care …mantenere i contatti. .. se qualche volta la rete fa i capricci…uauh! Sembra di essere isolati
    ….. anche ora…sto rientrando da Milano …in auto con dei colleghi e eccomi qui a scriverti. .magico!!!un abbraccio Buon we

  3. Gianni says:

    Cara Gin, anch’io condivido le tue riflessioni sul computer. Certo se devo fare delle operazioni urgenti ( ad es. bonifici) non avere la linea internet mi manda in crisi, perché ormai sono diventato pigro e non mi va di andare in banca a risolvere quanto necessario. Però. per fortuna, i problemi che ci crea il computer sono di gran lunga inferiori ai vantaggi che io gli riconosco. Senza internet questo tuo blog non avrebbe visto la luce.
    Comunque continua sempre con le tue riflessioni.
    Un abbraccio . Gianni

    • Gin says:

      cari Gianni e Sandra!
      si anche io, che non uso il computer in prima persona (e quindi non sempre quando vorrei o quando avrei qualcosa da cercare, fare) ne do un giudizio decisamente positivo.
      Appartengo abbastanza alla generazione che vuole le risposte subito, e il computer me le dà; sempre tenendo presente che le mani non sono le mie, ma ci vuole la disponibilità anche del tempo altrui. Cosa che, comunque, in effetti non manca mai.
      Auguro a entrambi e relative famiglie, un sereno Natale ed un ottimo 2017.
      Ciaooooooooooooooooooooo

  4. Chiara amica di Lourdes e Tina says:

    Si veramente una festa bellissima … ci siamo divertiti tutti e tu proprio non te l’ aspettavi : ricordo la tua faccia quando ci hai visto … sbalordita e contentissima
    BACI E ABBRACCI DA CHIARA E TINA

    • Gin says:

      Ciao! si, ho capito a cosa fai riferimento. Ho dovuto ripensare alle cose fatte negli ultimi mesi e finalmente ho ricordato la mia festa di compleanno, cui avete partecipato anche voi. Si, è proprio vero. Eravamo tanti. Ci siamo divertiti, io in primis, felicissima anche per la sorpresa.
      Buon Anno di cuore! Domenica si ricomincia. Evviva il 2017.
      Ciao

Leave a Reply

Your email address will not be published.